Più o meno qui – La bassa in rosso e nero


tagliata

🕔 18 novembre 2016

disegni di Alessandra Belloni / Inaugurazione : sabato 19 novembre, ore 16,30 / via Capitano del Popolo 14 – Cremona

 

Tecnica : digitale

Anno : 2015

 

Un percorso di quindici tavole che racconta Cremona e la sua provincia attraverso simboli e tradizioni scelti con originalità e una buona dose di ironia.

Non ci sono torroni, violini, salami, ma principalmente appuntamenti tradizionali della campagna, che vanno dalle rievocazioni storiche, alle tradizioni culinarie, fino addirittura a un omaggio alla nutria.

La nostalgia detta la scelta dei soggetti di una cremonese emigrata nelle terre marchigiane, nella città di Urbino, in luoghi dove le colline verdi e morbide da sembrare dune vegetali trasportano in un’atmosfera magica. Ma ecco che poi, inaspettatamente, la Bassa, con la sua nebbia e l’orizzonte piatto, diventa un richiamo inevitabile. Una nostalgia vissuta con un’ironia che si trasmette nei disegni facendoli diventare un inno gioioso alla propria terra d’origine.

II tratto usato nelle tavole non è che la trasposizione in digitale degli schizzi su carta. La biro nera e quella rossa, usate di solito per le bozze, diventano le componenti principali del lavoro. Questa bicromia dona una certa eleganza ai disegni, mentre le briose scritte che accompagnano ogni tavola danno un tocco divertente.

L’effetto complessivo dei disegni è davvero originale e stravagante.

 

BIOGRAFIA

Alessandra Belloni nasce a Cremona il 30 maggio 1990. Alla scuola materna decide che da grande frequenterà il liceo artistico e così farà qualche anno più tardi. Dopo il liceo, è la volta dell’Accademia di Brera con il triennio in pittura. Dopo la laurea, arriva a Urbino nel 2014 per la specializzazione all’ISIA in illustrazione e grafica delle immagini.

Esposizioni e Lavori:

– 2010: Partecipazione al FID (foire international du dessin, Parigi)

– 2012 / 2013: due mostre personali a Santa Margherita Ligure presso la galleria Nogallery

– 2013: Ideazione decorazione per tazza MUG, tramite l’azienda di telecomunicazioni TWT (Milano)

– 2015 / 2016: Progettazione di due copertine per i romanzi del giornalista televisivo Aldo Dalla Vecchia:

Amerigo Asnicar, giornalista (vincitore del premio per la miglior copertina al festival Giallo Garda 2016,

Murena Editrice, 2015)

Piccola mappa della nostalgia (Pegasus Edition 2016).